Infestazioni da Processionaria del Pino

Data:
09 Giugno 2021
Immagine non trovata

La Processionaria del Pino  è un lepidottero defogliatore che allo stato larvale si nutre degli aghi di diverse conifere.

Le piante infestate si riconoscono nel periodo invernale  per la presenza  dei caratteristici nidi sericei sulle chiome, le cui dimensioni variano a seconda del numero delle larve.

In primavera  questi alberi saranno soggetti a defogliazione.

Le infestazioni di questo insetto possono creare problemi alla salute di persone e animali domestici, in particolare i cani, in quanto a partire dal terzo stadio le larve sono provviste di peli urticanti che, rilasciati nell'aria , possono causare  gravi irritazioni cutanee e delle vie respiratorie  nonchè, nei casi di persone allergiche, anche shock anafilattico.

PRECAUZIONI DA PRENDERE  

  • evitare di sostare sotto pini o altre conifere;
  • Non avvicinarsi alle piante che presentano  nidi di processionaria  e alle larve in processione sul terreno o sui tronchi;
  • Non toccare a mani nude i nidi, le larve e la corteccia di alberi, arbusti o rami infestati;
  • Non effettuare lavori che possono diffondere nell'aria i peli urticanti, ad esempio rastrellamento delle foglie o sfalcio delle erbe;
  • Nel caso si rendesse necessario asportare i nidi , proteggersi adeguatamente con tuta, guanti, occhiali e maschera. I nidi asportati devono essere raccolti e bruciati. 
  • tenere i cani al guinzaglio e lontani dalle conifere 
  • In caso di contatto fare tempestivamente  una doccia e lavare gli indumenti a temperatura elevata;
  • In caso di irritazioni cutanee o congiuntivali, di irritazione delle vie aeree o crisi asmatiche rivolgersi immeditamente al medico.

Norme di  riferimento

Decreto Ministeriale 30.10.2007  - " Disposizioni per la lotta obbligatoria contro la procesionaria  del pino Traumatocampa pityocampa" 

Autorità Competente SINDACO - Ordinanza sindacale numero 748/16. 

 

Ultimo aggiornamento

Lunedi 13 Settembre 2021